avere un corpoAh quante conversazioni su “il mio corpo”, “il tuo corpo”. Decine e decine di post di persone che raccontano come si prendono cura del proprio corpo e quanto sia importante star bene nel proprio corpo ecc ecc…

Sì, me ne faccio un problema, linguisticamente e filosoficamente. Io non possiedo il mio corpo, non lo abito, non lo curo. Io sono il mio corpo. Per quanto io creda fermamente, come la Montalcini, che la mente può avere la meglio su un corpo.

Per quanto io abbia visto persone afflitte da una malattia, riuscire ad andare oltre perché non focalizzate solo sui segnali dolorosi o sui propri limiti fisici, non posso non dimenticare che uno degli equivoci del nostro tempo è considerare il corpo come un oggetto.

Il corpo un oggetto, già, anche quando è il mio oggetto e posso farne quello che voglio: trascurarlo, curarlo, esporlo a rischi, darlo in pasto agli altri, modellarlo, tagliuzzarlo, farne un brand e via dicendo.

Mi chiedo quanto cambierebbe il nostro approccio con gli altri se pensassimo che quell’involucro non è un involucro, ma siamo noi; quanto diversa sarebbe l’espressione della nostra sessualità se capissimo che in gioco non c’è il nostro corpo, ma noi.

Chi sono io? Sono il mio corpo? Sono la mia mente? Io sono. Tutto intera, anche se a volte farmi a pezzi può regalare un’apparente e pacificante semplificazione della realtà.

Foto | bedya su Depositphotos (protetta da Copyright)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...