Fatema Mernissi (1940-2015)

La prima volta che ho comprato un suo libro non sapevo neanche chi fosse. Mi aveva attirata l’edizione della Giunti (oggi non più in commercio), con la copertina in rilievo e le riproduzioni di dipinti famosi ad ogni capitolo del testo. Che sorpresa scoprire una sociologa di alto profilo, intelligente, ironica, di grande respiro, in grado di parlare a me, che ero lontanissima dal suo mondo.L'harem e l'occidente

Nata e cresciuta in uno degli ultimi harem consentiti dalla legge, la Mernissi era diventata famosa proprio raccontando la sua vita e dal tour promozionale de La terrazza proibita era nato poi L’Harem e l’Occidente, in cui ci aveva raccontato gli stereotipi che noi occidentali continuiamo a perpetuare.

Nello stesso brillante saggio aveva presentato anche Sherazade sotto tutt’altra luce, portando i lettori a comprendere come non ci siano racconti dell’altro privi di pregiudizi, quanto sia necessario informarsi, costruire ponti, conoscere culture diverse dalle nostre e raccontare la nostra correttamente.

La terrazza proibitaDi lei vi parleranno in maniera competente molti giornalisti e studiosi che da ieri 30 novembre, quando è arrivata la notizia della sua scomparsa, affollano il web e i giornali.

Io mi permetto solo di consigliarvi di conoscerla meglio: era una donna brillante, ironica, competente, che si batteva per gli ultimi, per le donne e che sapeva leggere anche la schiavitù delle donne occidentali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...