Le fonti dello scrittore, la cronaca

di M.Barbara

quotidiano, giornalista

La cronaca è sempre un’ottima fonte di ispirazione per una scrittrice. Certo, considerando che oggi va di moda solo la nera, rischi di deprimerti dopo appena cinque minuti in cui sei a caccia di una storia interessante.

Se però consideri la cronaca come la registrazione impersonale e cronologica di fatti realmente avvenuti, allora puoi scovarla praticamente ovunque. Potresti considerare persino fonte di cronaca i pettegoli che frequenti abitualmente, ma poi rischi che ti credano interessata a loro. 

Per quanto mi riguarda, seguo poche e precise regole:

  1. Seguo sul social che uso di più pochi quotidiani e un paio di riviste, lasciando perdere i titoli acchiappaclick (a meno che non siano essi stessi portatori di un’idea, ma è raro che capiti);
  2. Seguo un paio di siti satirici, che giocano con le notizie stesse e un paio di blog specializzati nel debunking (gli antibufalari di Butac, per esempio);
  3. Quando mi iscrivo alle news, seleziono gli argomenti affini alle storie che scrivo;
  4. Se prendo un caffè al bar, mi dedico alla cronaca locale, che spesso non solo è folle di per sé, ma raccontata in modo scorretto e ilare;
  5. Ascolto le conversazioni in coda al supermercato o in posta;
  6. Spulcio le narrazioni social di perfetti sconosciuti (la gente oggi è senza pudore, te ne sei accorta?);
  7. Mi dedico occasionalmente alla cronaca per immagini che Pinterest, Instagram, Tumblr, Youtube ci regalano. Puoi trovarci storie d’amore, di famiglia, di matrimoni, di amicizia.

L’importante è mantenere una certa distanza emotiva, registrare (anche sullo smartphone o sul taccuino) gli elementi che potrebbero esserti utili e che ti hanno divertito, abbozzare la storia che ti hanno ispirato. Avrai tempo, dopo aver preso diligentemente i tuoi appunti, di struggerti, indignarti, appassionarti o ridere come una matta per quello che hai appena sentito (assicurati di esserti allontanata dalla cassa, però).

 

Può forse interessarti anche Le fonti dello scrittore, le tue storie