Neonato
Lo psicologo da cui andavo qualche anno fa commentava così l’elenco di morti o incidenti che costellano il mio personalissimo mese di aprile. Devo dire che, a pareggiare i conti, ci sono anche molte nascite. Insomma, è come se la primavera fosse per me un costante promemoria della nostra esistenza: vita, morte, problemi, sorprese, incidenti. Le nascite mi incoraggiano a nutrire uno sguardo vivace e positivo, le morti a dare il giusto peso a ogni accadimento.

Sarà per questo che ogni aprile sono in crisi e mi pongo costantemente la solita domanda: cosa farei se sapessi che sto per morire? Eravamo ragazzine quando prendevamo in giro l’unica che diceva che avrebbe chiesto scusa alle persone offese, poi avrebbe pregato per i propri peccati e amen. Per noi altre la fine del mondo coincideva con il sesso (anche per me che non avevo ancora mai baciato un ragazzo ed ero inavvicinabile).

Ero già grande, oltre i trenta, quando qualcuno mi ha fatto notare che è più costruttivo vivere come se il giorno presente non fosse l’ultimo, in modo da compiere scelte legate ai propri sogni e non alle proprie paure.

Ora che ho superato i quarantacinque, mi chiedo ancora se davvero il sesso sarebbe l’ultima cosa che farei se sapessi che è il mio ultimo giorno di vita (dando per scontato che sia d’accordo anche l’altra metà). Ci starebbe, filosoficamente e narrativamente, perché si sa che eros e tanathos sono strettamente legati.

Tuttavia, crescendo, è inevitabile scoprire che se da un lato eros si muove come una corrente sotterranea nelle nostre esistenze, non è detto che sia anche l’impulso primario o un obiettivo. Quindi, signor aprile o madama primavera, dobbiamo riprendere il nostro elenco di morti e di vivi e pensarci ancora un po’.

Foto | Raphael Goetter via photopin cc

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...