Categoria: ToniDiRosso

Aprile dolce morire

Neonato
Lo psicologo da cui andavo qualche anno fa commentava così l’elenco di morti o incidenti che costellano il mio personalissimo mese di aprile. Devo dire che, a pareggiare i conti, ci sono anche molte nascite. Insomma, è come se la primavera fosse per me un costante promemoria della nostra esistenza: vita, morte, problemi, sorprese, incidenti. Le nascite mi incoraggiano a nutrire uno sguardo vivace e positivo, le morti a dare il giusto peso a ogni accadimento.
(altro…)

Annunci

Un uomo attraente

uomo, modello

Miranda ha una malattia a trasmissione sessuale e le tocca fare l’elenco di tutti gli uomini con cui ha avuto dei rapporti: deve avvisarli perché si facciano dei controlli. Mentre stila l’elenco si rende conto che non è una cifra da poco, sono infatti più di quaranta. (altro…)

Il vibratore a manovella e i preservativi vegani

go vegan

esistono

Mi si schiudono sempre nuovi orizzonti quando faccio ricerche per un post o per un nuovo racconto. Mentre cercavo di costruire una conversazione divertente tra le protagoniste del mio nuovo romanzo, a proposito del sesso legato alle mode, mi sono ricordata di quando scrivevo per un sito femminile/erotico. Quanto ho imparato in quel periodo! (altro…)

Un corpo da vivere, un corpo da narrare

yasmina alaoui, marco guerra

Per cominciare bene la settimana, mi sono immersa nelle immagini di Yasmina Alaoui e Marco Guerra. La Alaoui lavora sulle sessioni che Guerra poi fotografa in bianco e nero, interpreta, legge, decora. Uno dei progetti più interessanti è Tales of Beauty. Il corpo ritratto mi ha costretta a fermarmi. Mi ha fatto sentire il peso, la concretezza e l’unicità anche del mio. (altro…)

Lasciatemi invecchiare

dabuttare

Qualche giorno fa ho detto a mio marito: ho 46 anni, ho preso 8 chili in più dallo scorso anno, la cellulite ha preso il sopravvento e, sorpresa, io mi sento bene nel mio corpo. Se non ci fosse la riprovazione sociale a dirmelo, non mi preoccuperei delle mie rughe, del peso, degli abiti che indosso. (altro…)

Il libro che ripara il corpo

reading beach

Quando ero adolescente, le mie vacanze si svolgevano sempre sulla stessa spiaggia e seguivano una identica routine, monitorata da parenti a cui le telecamere di sorveglianza oggi farebbero un baffo. Non che fosse un problema, per me: io me ne stavo per lo più a leggere sotto l’ombrellone e quando non leggevo, mi mettevo in testa le cuffie del mio mega galattico walkman Sony (stupida io ad averlo eliminato anni fa). (altro…)

Saldi e curve 

Oggi sono andata a spendere una gift card ricevuta per il mio compleanno. Ho sempre pensato di odiare gli specchi di certi negozi di abbigliamento: mi ci vedo in forma e sempre  a posto e così acquisto in bel capo ed esco tutta contenta. Una volta a casa, però, il mio riflesso nello specchio della camera da letto è decisamente più impietoso e mi demoralizzo tutta. Quindi ho sempre apprezzato uno specchio veritiero.

Finché non ne ho incontrato uno denigratorio. Proprio dopo aver riflettuto sui miei 46 anni e dopo essermi detta che ok sono ingrassata, ma sto bene così. Insomma, chiudo la tendina e comincio a cambiarmi e all’improvviso mi sento catapultata in una orribile trasmissione di Real Time (una a scelta).

Ehi, mi dico: qui il problema non sono gli specchi o il peso, ma il solito problema del poco amore di sè. Dai, amati, rispettati! Ma niente: mi sentivo come Blob che dilaga ovunque. Così mi sono rovinata il momento di shopping. E naturalmente ho rivalutato gli specchi che mentono.

Ora non credo che ci dicano bugie, ma solo che rispecchino la nostra persona interamente: il modo in cui ci sentiamo, viviamo, rispettiamo.